Alaska cosa sapere
Verso il McKinley

Alaska: cosa sapere prima di partire

Quando partire
Sicurezza
Moneta
Trasporti
Costi
Cosa vedere

The Last Frontier

L’Alaska è una terra in cui la maestosità della natura la fa da padrona. Ghiacciai perenni, Parchi Naturali, laghi e fiumi ricoprono la quasi totalità del territorio nazionale lasciando pochi spazi agli insediamenti cittadini.

Se ami il contatto con la natura più selvaggia, se ami perderti nel maledetto nulla, l’Alaska è la meta perfetta per te.

Quando andare?

Il periodo più indicato per un viaggio in Alaska è senza ombra di dubbio l’estate, poiché le strade sono tutte percorribili, gli orsi non sono in letargo, le giornate sono lunghe e le temperature sono più miti.

Clima

Il caldo in Alaska non lo soffrirai mai e le temperature in estate oscillano intorno ad una media di 10 gradi.

È piuttosto comune imbattersi in giornate con piogge anche di forte intensità. È quindi raccomandabile un abbigliamento tecnico ed impermeabile.

Sicurezza

L’Alaska non conosce malvivenza e girarla in lungo e in largo imbracciando Reflex di valore e smanettando su Smatphone di tendenza, non desta particolari problemi di sicurezza.

Discorso a parte la pericolosità della forza della natura. Crepacci sulle superfici dei ghiacciai, freddi torrenti e soprattutto la grande presenza di orsi in libertà, meritano la massima attenzione da parte del viaggiatore.

Prima di avventurarti in una semplice passeggiata o in un più complicato trekking di montagna, assicurati di avere con te una campanella anti orso che possa segnalare la tua presenza, ed uno spray al peperoncino che spera proprio di non dover mai utilizzare.

Se decidi di accamparti in tenda, non portare mai con te alimenti o prodotti che possano emanare odori come bagnoschiuma o dentifricio. Quindi riponili in macchina o negli appositi Food Storage Container anti Orso.

Moneta

La valuta in corso è il Dollaro americano e le Carte di Credito dei principali circuiti vengono accettate ovunque.

Gli Atm sono presenti in tutte le città, ma non è raro ritrovarsi a percorrere km prima di trovarne uno. Consiglio di partire con i Dollari direttamente dall’Italia per non avere problemi.

Mezzi di trasporto

In questo caso ci sono pochi dubbi, il mezzo di trasporto più indicato per un viaggio in Alaska è sicuramente l’auto. Noleggia una macchina se vuoi godere appieno dei panorami di questa incredibile nazione.

Se vuoi saperne di più sull’Alaska in macchina leggi il post “Guidare in Alaska”

Quanto costa?

  • Ostelli e Campeggi

Sono piuttosto costosi, ma forniti di ogni confort. Sicuramente la soluzione più economica, ed a mio parere più bella, per soggiornare in Alaska, è la tenda.

I campeggi sono molto Low Cost (10 dollari il costo di una notte in piazzola), puliti ed in posizioni fantastiche.

Se vuoi maggiori informazioni sui migliori Campeggi, sui costi e sui consigli più rilevanti, leggi il post “Alaska in Hotel? L’hotel dell’Alaska è la tenda”

  • Ristoranti

Così come gli ostelli, i ristoranti non sono affatto economici. Il consiglio è di fare una buona spesa in un Walmart e adattarsi. Non sei certo partito per l’Alaska per la sua cucina (anche se un buon King Grab e qualche ottima costina affumicata, non dovrai fartela mancare).

  • Escursioni

Sono quanto di più costoso tu possa immaginare. Alcune sono imperdibili e non potrai farne a meno, ad altre dovrai rinunciare a malincuore. I prezzi vanno dai 300€ a persona, ai 1000€ di Barrow.

Scegline due che ti ispirano maggiormente.

Cosa vedere e cosa fare

  • Gita in barca per avvistamento balene

Sono numerosissime le agenzie che ti offriranno escursioni in barca alla ricerca di orche e capodogli, principalmente da Seward, Valdez e Juneau.

  • Kayak in mare aperto fino ai piedi di un ghiacciaio

Un’escursione impegnativa ma estremamente gratificante a diretto contatto con la natura. Vengono organizzate anch’esse da Seward, Valdez e Juneau.

Leggi il post sulla mia esperienza in Kayak nella Baia del Ghiacciaio Aialik “Kayak sulle coste dell’Alaska”

  • Denali National Park

Probabilmente il Parco Nazionale più conosciuto al mondo. Qualche giorno al Denali ai piedi del McKinley valgono già tutto il viaggio.

Se vuoi avere tutte le informazioni su come visitare il Parco, leggi il post della mia esperienza “Denali National Park: ai piedi del Monte McKinley”

  • Parco Nazionale Wrangell-St Elias

Se non ne hai abbastanza dopo il Denali, un altro fantastico Parco che ti porta alle pendici del monte McCarthi, tra vecchi villaggi e cantieri minerari.

  • Avvistamento orsi al Katmai

lo scatto che ogni viaggiatore in partenza per l’Alaka vorrebbe riportare a casa è la classica scena dell’orso con in bocca un salmone. Se vuoi esser certo di farcela, le escursioni in partenza da Homer verso la riserva di Katmai sono una sicurezza. Peccato i costi molto elevati.

Se vuoi sapere come osservare orsi in libertà senza affidarsi a costose escursioni organizzate, leggi il post “Orsi: come vederli senza spendere fortune in escursioni?”

  • Trekking

Tantissimi i sentieri che meritano di essere percorsi, tra i quali forse i più interessanti: Exit Glacier, Portage Pass, Winner Creek Gorge, Reed Lakes, Sheep Creek.

  • Escursione al Glacier Bay

Da Juneau vengono organizzate in barca escursioni giornaliere in mezzo ad innumerevoli ghiacciai nel Glacier Bay.

  • Blu Cave e ghiacciaio Mendenhall

La grotta di ghiaccio alle pendici del ghiacciaio Mendenhall, a pochi km da Juneau, è uno dei fenomeni più esclusivi d’Alaska. Molte le agenzie che organizzano la sua visita, corredata dall’adrenalinica passeggiata con i ramponi sul ghiacciaio.

Questa è una delle esperienze che più mi ha entusiasmato. Se vuoi saperne di più, leggi il post “Mendenhall: la spettacolare grotta blu destinata a sparire”

  • Juneau

La capitale dell’Alaska, unica al mondo non raggiungibile tramite terraferma dal resto della nazione. Non perderti di assaggiare il leggendario King Grab (Tracy’s King Crab Shack)

Granchio Reale
Granchio Reale..
  • Barrow

La più costosa delle escursioni, oltre il Circolo Polare Artico, alla scoperta di popolazioni indigene, alla ricerca del temuto Orso Polare..

  • Aurora Boreale

Se scegli l’inverno come periodo per il tuo viaggio, probabilmente avrai problemi a raggiungere alcuni luoghi, ma avrai ottime possibilità di assistere allo spettacolo dell’Aurora Boreale.

Se vuoi conoscere qualcosa in più sullo straordinario fenomeno che affascina ancora oggi tutto il mondo, leggi il Post “Aurora Polare: quando la natura si fa magia”

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *