Fallo Anche tu

La Polaroid di un anonimo viaggiatore…

Questa storia ha partecipato al Blogger Contest.2018  e si è aggiudicata il “Premio Speciale” della giuria.

Fallo anche tu

La Polaroid di un anonimo Viaggiatore

“E’ una vita che viaggiamo.

Io e te, ancora una volta.

Insieme abbiamo scalato la vetta del Chacaltaya, calcato i ghiacciai perenni d’Islanda, affrontato la foresta Amazzonica.

L’uno accanto all’altro. Inscindibili.

Hai battuto per me ogni sentiero. Oggi sarò io a fare strada.

Oggi lo batto io.” Cit. Anonimo Viaggiatore

 

Prima di leggere le seguenti righe ti chiedo di ascoltare il File Audio in testa all’articolo. Terminato l’ascolto, solo allora, proseguire con la lettura.

Quando ascoltiamo un’audiostoria l’insieme di testo e suoni compone, come per magia, delle immagini nitide che accompagnano il nostro ascolto. E’ come se quel che racconta l’autore si mescola ai nostri pensieri, a come li percepiamo, andando a sviluppare un vero e proprio montaggio video: un film nella nostra testa.

Il cervello contestualizza queste immagini come più ci aggrada, rispondendo ai nostri stereotipi ed alle nostre aspettative. E’ quando queste immagini si riscoprono invece superficiali e distorte rispetto a quanto inteso dall’autore, che l’audiostoria ha colto nel segno.

Un countdown diventa un preludio all’anestesia, un respiro profondo che appanna una maschera da montagna si trasforma in un respiratore meccanico, una foresta prende le sembianze di una sala operatoria, le presenze quelle del personale di sala, delle ruote che sobbalzano su di un ciottolato si riscoprono rotelle di un letto di ospedale che sobbalza tra le fughe del pavimento, un amico inseparabile si scopre essere qualcosa di tutt’altro che amichevole…

Spesso si rende quindi indispensabile un secondo ascolto. E’ solo allora che la storia prende una nuova forma e si mostra proprio come l’autore voleva raccontarla.

Una storia sulla paura di rimettersi in gioco. Rassegnarsi a percorrere un sentiero già tracciato o affrontare l’ignoto? 

Premio Audiostoria Fallo Anche Tu

Partecipa

Se anche tu vuoi inviarmi la tua Polaroid,  ti invito a scrivere all’ indirizzo di posta elettronica: info@viaggiatoreseriale.it oppure a compilare il Form sottostante inviando – Un’unica immagine, corredata da: Una data Un luogo Una frase Il racconto che illustra il momento che si cela dietro lo scatto e l’importanza che ricopre per te. Sarà mia cura avvisarti non appena avrò pubblicato la tua Polaroid!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *